Ozzero

    
Provincia
Milano
CAP
20080

Fra Abbiategrasso e Morimondo, appoggiata su un terrazzo alluvionale del Ticino, la piccola Ozzero è un insediamento molto antico, che ha mantenuto nei secoli il legame con le attività colturali, in una zona per gran parte risparmiata dalla crescita industriale.

Storia

Ozzero è un paese antichissimo che giace nella verdeggiante Valle del Ticino. Questa zona così ricca offrì ospitalità, nel corso dei secoli, alle civiltà Celtiche e Galliche. Nel III secolo a.C., la Lombardia cadde sotto il dominio di Roma e assieme a gran parte dell'Italia settentrionale prese il nome di Gallia Cisalpina

Nel Periodo delle invasioni barbariche, intorno al 568 d.C., si stabilirono i Longobardi ai quali successero nel 774 i Franchi. Anticamente sul territorio di Ozzero sorgeva Faruzola, che aveva una chiesetta dedicata a S. Ambrogio.
Nel periodo Longobardo la nostra zona apparteneva alla Curtis di Basigliano e la capitale era a Pavia. E' di questo periodo che si cominciano ad avere notizie di "OGIALO" attraverso documenti testamentari che attestano come questi luoghi, ancora non ben definiti, passassero da un proprietario all'altro. Prima del 1000 il Vescovo di Milano, Ariberto D'Antimiano, fece fortificare Abbiate e Ogialo con un castello e con mura di difesa. Il castello di Ogialo sorgeva sin dal 1080 su una pittoresca altura e, come vigile guardia, dominava la Valle del Ticino coperta da fitte selve, attraversata da campi, da paludi, da rii. Il castello era anticamente posseduto dalla nobile famiglia milanese degli OZERO.

Tratto dal volume ed. 2007 OZZERO Due millenni di storia

Testi di Mario Comincini e Alberto Magnani