Mulino di Mora Bassa di Vigevano

    
Tipologia luogo
Indirizzo
Strada Mora Bassa, 34 - 27029 Vigevano - PV
Comune
Periodo Artistico Culturale
Rinascimento
Periodi Storici
Gli Sforza 1450-1535

Il Mulino di Mora Bassa si trova a Vigevano, si tratta di un edificio quattrocentesco dotato di due grandi ruote idrauliche che appartiene dal 1988 all’ Associazione Irrigazione Est Sesia di Novara; nel 2000 per volontà dell’Est Sesia è stato restaurato e trasformato in sede museale grazie ad un contributo della Regione Lombardia e del Comune di Vigevano ed oggi ospita l’Ecomuseo della Roggia Mora.

Fu voluto da Ludovico il Moro che nel 1494 lo offrì come dono di nozze alla moglie Beatrice d’Este e presenta ancora oggi alcune caratteristiche architettoniche che rimandano alle enormi capacità e conoscenze di Leonardo da Vinci, presente in quegli anni alla corte sforzesca.

Dopo la morte della moglie, nel 1498, lo Sforza cedette il Mulino con i terreni circostanti ai Domenicani di Santa Maria delle Grazie di Milano, i quali ne tennero la proprietà fino alla calata di Napoleone, che confiscò la maggior parte di questi possedimenti.

Nel 1803 il Marchese Saporiti riscattò dallo stato napoleonico il Mulino e tutta la tenuta Sforzesca lasciando in seguito tutto il patrimonio in eredità al nipote Rocca di Reggio Emilia, cui Carlo Alberto, re del Piemonte, avrebbe riconosciuto il Marchesato della Sforzesca nel 1845.

Dopo una divisione ereditaria Mora Bassa passò ai Conti milanesi Archinto Gropallo Saporiti che a loro volta nel 1988 cedettero il tratto di Roggia Mora con i relativi edifici idraulici all’Associazione Irrigazione Est Sesia.

Oggi le antiche sale di Mora Bassa ospitano una mostra didattica composta da quaranta pannelli intitolata ‘L’acqua disegna il paesaggio’ che affronta il tema delle trasformazioni territoriali operate dalla rete irrigua.
L'Ecomuseo ospita inoltre un'importante mostra permanente costituita dai modelli in legno  funzionanti di macchine leonardesche, curata dall'Associazione culturale "La Città Ideale" che gestisce le visite e organizza appositi laboratori didattici.

Orari di apertura del museo

sabato 14,30 - 18,00 | domenica 10,30 - 12,30 e 14,30 - 18,00

Nei giorni feriali sono possibili visite da parte di singoli, gruppi e scolaresche, su prenotazione

Ludovico il Moro, la Roggia Mora e i mulini di Mora alta e Mora Bassa